Playground collana principale


Allan Gurganus
Anche le sante hanno una madre


Bernardine Evaristo
Mr Loverman


Helen Humphreys
Il canto del crepuscolo


Helen Humphreys
Cani selvaggi
NUOVA EDIZIONE


Violette Ailhaud
L’uomo seme
postfazione di Valeria Parrella


Allan Gurganus
Non abbiate paura


Emidio Clementi
L’ultimo dio
Illustrazioni di Andrea Bruno


Mary McGarry Morris
Scomparsi


Violette Ailhaud
L’uomo seme


Matteo B. Bianchi
Tu Cher dalle stelle


Edmund White
La bella stanza è vuota


Tony O’Neill
Black Neon


Michel Tremblay
Il cuore a nudo


Gilberto Severini
Backstage


Tijana M. Djerkovic
Inclini all'amore


Helen Humphreys
Notturno


Tatamkhulu Afrika
Paradiso amaro


Emidio Clementi
La ragione delle mani


Sébastien Marnier
Mimì


Edmund White
Jack Holmes e il suo amico


Tony O’Neill
Sick city


Michel Tremblay
Il quaderno nero


Rachid O.
Cioccolata calda
Postfazione di Chiara Valerio


Desmond Hogan
L’ultima volta


Edmund White
Un giovane americano


Scott Heim
Mysterious skin
postafazione di Sandro Veronesi


Helen Humphreys
La verità, soltanto la verità


Gilberto Severini
Congedo ordinario


Nicolas Jones-Gorlin
Crepate tutti!


Allan Gurganus
Piccoli eroi


Gilberto Severini
A cosa servono gli amori infelici


Edmund White
Ragazzo di città


Paul Bailey
Le confessioni di Peter Smart
Autobiografia di un attore fallito


Helen Humphreys
Coventry


Ken Harvey
Ragazzo di zucchero


Allan Gurganus
Santo mostro


Edmund White
Caos


Helen Humphreys
Il giardino perduto


Gilberto Severini
Il praticante


Bernard Cooper
Il conto di mio padre


Edmund White
Hotel de Dream


Rachid O.
Quel che resta
postfazione di Massimo Carlotto


Julie Anne Peters
Tra mamma e Jo


Randall Kenan
Una visita degli spiriti


Helen Humphreys
Cani selvaggi


Richard Zimler
Il sognatore di fantasmi


Richard McCann
La madre di tutti i dolori


Edmund White
My Lives


Rachid O.
Tante vite


Christophe Honoré
La dolcezza


Tatamkhulu Afrika
Paradiso amaro


Rachid O.
Il bambino incantato


Alejandra Pizarnik
La contessa sanguinaria


Adolfo Caminha
Il negro


Ken Harvey
Ragazzo di zucchero


Sando Campani
E' dolcissimo non appartenerti più


Rachid O.
Cioccolata Calda


Dennis Cooper
Tutt'orecchi


Vadim Kalinin
Un chilogrammo di esplosivo e un vagone di cocaina


Pat Reid
Morrissey


Hervé Guibert
Pazzo di Vincent


Jackie Kay
Bessie Smith


AA.VV.
Bloody Europe!
Racconti, appunti, cartoline dall'Europa gay


Tony O’Neill
Black Neon

Traduzione: Gaja Cenciarelli
Pagine: 336
Prezzo: 18,00 Euro
ISBN: 978-88-89113-71-4

Che fine hanno fatto Jeffrey e Randal, i protagonisti di Sick City, dopo avere intascato i milioni di dollari per la vendita del celebre filmato porno amatoriale con Sharon Tate? Randal, figlio di un magnate cinematografico, è costretto a seguire un programma di disintossicazione e a lavorare negli studios di famiglia. Jeffrey, invece, dopo aver sperperato in droghe tutto il denaro guadagnato, è in fila ogni mattina per la sua dose di metadone e vaga nel quartiere malfamato di Los Angeles in cui abita in coppia con un travestito di colore. Jeffrey e Randal si sono persi di vista, ma l’occasione per ritrovarsi arriva grazie a uno strano regista di culto, Jacques Seltzer, autore del celebrato Dead Flowers e in procinto da vent’anni di girare un misterioso film dal titolo Black Neon. Dopo tanti anni di incertezze, Jacques Seltzer ha finalmente deciso di riprendere in mano la macchina da presa per raccontare i bassifondi di Los Angeles e le sue “guide” saranno proprio Randal e Jeffrey.
Su quelle stesse strade, protagoniste di una vicenda altrettanto stramba e spassosa, che finirà per incrociarsi con la parabola di Randal e Jeffrey, avanzano Lupita e Genesis. La prima è una killer, spacciatrice, lesbica, di origini haitiane e ispaniche, devota alla magia e a forme di cattolicesimo superstizioso. La seconda è una giovane prostituta, dipendente da metanfetamina, smaniosa di fuggire dalla sua piccola città. Insieme affronteranno un incredibile viaggio di violenza, libertà e amore.


A proposito di Sick City di Tony O’Neill:
“Divertente e intenso. Mi sono innamorato di ogni pagina del libro.”
Irvine Welsh

Tony O’Neill (1978)
Ex musicista, si è fatto notare nell’universo letterario nel 2006 dando alle stampe un romanzo di ispirazione autobiografica, centrato sulla sua esperienza di tossicodipendente, dal titolo Digging The Vein. A questo sono seguiti Down and Out on Murder Mile (pubblicato da Harper Perennial) e Sick City (in Italia edito da Playground, 2012).



XL - Come raccontare con leggerezza sesso, droga e morti violente
Il Venerdì - Hollywood ha paura delle storie tossiche